Mar. Apr 16th, 2024
Come produrre olio di geranio

I gerani sono fiori belli e profumati che si adattano perfettamente a quasi tutti i giardini interni ed esterni. Quello che molti non sanno, tuttavia, è che l’uso dei gerani va ben oltre la loro bellezza estetica: i gerani possono essere usati per molti trattamenti per la salute e la bellezza. In questa guida per sfruttare la potenza del geranio, vi spiegheremo come si può ottenere il massimo da questa pianta altamente versatile e fiorita.

Che cos’è il geranio

I gerani sono composti da oltre 200 specie, tutte con qualità diverse. Poiché il geranio rosa (geranio pelargonium) è l’unica specie di geranio sicura da consumare, questa è la specie di geranio su cui ci concentreremo in questo articolo. Il geranio rosa può essere immerso in un tè, i loro petali consumati crudi o trasformati in un dolce dessert, possono essere trasformati in una crema o trasformati in un olio essenziale.

Il modo più semplice per usare il geranio, tuttavia, è quello di utilizzare su o fare un olio di geranio. Gli oli sono efficaci, concentrati con le proprietà della pianta di geranio e possono essere usati comodamente in molti altri mezzi. Poiché l’olio di geranio può essere molto concentrato, di solito è meglio mescolare solo poche gocce in un olio vettore, crema o acqua.

Come produrre olio di geranio

Nello specifico, ecco quali sono le procedure da seguire per ottenere olio di geranio:

  • Raccogliere le foglie: quando i gerani sono aperti a metà, è possibile raccogliere tutti i petali che si desidera – a seconda di quanto olio di geranio si intende produrre. Risciacquateli e asciugateli, assicuratevi che lo sporco e gli insetti non ci siano più.
  • Preparare la miscela: è preferibile un qualche tipo di olio vettore, preferibilmente non profumato per evitare di annegare il bel profumo del geranio. L’olio di jojoba è un buon esempio. Aggiungete circa il 20% delle foglie raccolte in un vaso e versate l’olio sopra la parte superiore fino a quando le foglie sono tutte immerse. Chiudete il vaso e poi agitate bene.
  • Tenere caldo (per un po’ di tempo) l’olio: il che non significa mettere il vaso contenente il geranio e l’olio alla luce diretta del sole, ma deve essere esposto al calore indiretto del sole. Assicuratevi che il vaso riceva una quantità adeguata di luce solare e calore per 7 giorni.
  • Inserire la miscela in un imbuto: al termine della settimana, rivestire un imbuto con qualche strato di stamigna  e inserire l’imbuto in un nuovo vaso pulito. Versare l’olio attraverso l’imbuto filtrato e nel vaso pulito. Assicuratevi che non passi altro che olio, poiché i resti delle foglie rovineranno il composto. Se passa altra roba, filtrarla nuovamente con più strati di stamigna.
  • Infondere più olio: gli infusi aggiuntivi renderanno l’olio di geranio più forte. Raccogliete più foglie e aggiungetele all’olio che avete già creato. Aggiungete altro olio se necessario, per coprirle, e poi ripetete il procedimento precedente.
  • Usare olio nuovo: ora potete usare l’olio di geranio come volete! Mettetelo in un diffusore, sul viso o sul corpo, usandolo come lozione o olio per massaggi.